Blog e news

Come scegliere l'antiparassitario giusto?

pubblicato il 10/05/2017
Come scegliere l'antiparassitario giusto?

La bella stagione è in arrivo e con essa ritornano, purtroppo, anche i parassiti pericolosi per i nostri amici a quattro zampe: pulci, zecche, acari, pappataci ed altri insetti volanti che veicolano malattie temibili come la leishmaniosi o la filariosi cardiopolmonare.

Queste sono le principali ragioni per proteggere il nostro pet casalingo e, spesso, per sfuggire anche alla infestazione da parte di questi insetti delle parti domestiche dove i nostri amici vivono.

Ecco che per la prevenzione dei problemi derivati da questi insetti da qualche tempo a questa parte si sta affermando l’uso – oltre al normale prodotto antiparassitario a base di sostanze chimiche – di combinazioni di sostanze naturali in grado di tenere sotto controllo i parassiti esterni specifici del cane e del gatto: i cosiddetti antiparassitari naturali.

Questi prodotti sono, solitamente, a base di olio di Neem che è uno dei più potenti repellenti contro gli insetti che ci arriva dalla natura. L’olio di Neem, non è un olio essenziale, ma un prodotto comunque naturale estratto da una pianta denominata Azadirachta Indica, originaria dell’India e della Birmania.

Questo olio che è molto ricco di antiossidanti naturali, esplica una fortissima azione antibatterica, antivirale e repellente soprattutto nei confronti di insetti pungitori, zanzare e zecche. Ovviamente, a questo principio attivo, si associano altri olii essenziali come: astragalo, echinacea, menta, citronella, eucalipto, l’olio di lavanda e quello di zenzero, il tea tree o altri.

L’effetto repellente delle molecole naturali è molto importante nei confronti degli insetti pungitori come i flebotomi o le zanzare, ma possono esserci anche situazioni in cui si ha la necessità di eliminare parassiti già insediati.

 Antiparassitario chimico o naturale allora? Un compromesso sta nell'associare un antiparassitario chimico ad uno naturale: in questo modo avremo la massima copertura per il nostro amico senza eccedere con i prodotti sintetici. L'unica cosa da ricordare è che i prodotti naturali, per essere  veramente efficaci devono essere applicati molto di frequente.

La raccomandazione principe resta sempre e solo quella di concordare l'uso degli antiparassitari con il proprio veterinario e mai lasciarsi andare al fai da te

Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social